Martedì, 06 Giugno 2017 12:52

L'etica su internet sta come l'educazione in piazza

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Internet, web, social network ormai fanno parte della nostra quotidianità. Ma soprattutto come comportarsi in rete? 

Siamo tutti stati catapultati su internet, in questo mondo virtuale, senza aver ricevuto il manuale d'istruzione o un buon tutor/educatore che ci accompagnasse per mano all'interno di questo contenitore. Negli ultimi anni la comparsa dei social network è stata la rivoluzione per avvicinare molte persone alla rete, quante volte si è sentito dire "sono su internet" e parlando si scopriva che la persona si riferiva ad aver aperto un profilo facebook. Una rivoluzione epocale che copre una fascia d'età talmente vasta che se citiamo soltanto che 1,65 miliardi sono gli utenti che accedono a Facebook almeno una volta al mese (dato aggiornato al 2016), possiamo immaginarci quante persone navigano in rete ogni giorno, considerando che questo social network è soltanto una piccolissima parte di internet.

Ci siamo mai chiesti se entrare in questo contenitore che è la rete, fosse necessario un patentino, un esame, un test di ammissione o se bastava soltanto accedere e andare a ruota libera in questo mondo virtuale? Sto scherzando... ma non troppo! Lavoro ormai da anni in rete e quindi mi sono sento spesso coinvolta in riflessioni o per deformazione professionale ad osservare comportamenti impropri, alla fine mi sono decisa  a scrivere questo post. Ho notato che di fatto spesso si incorrono in nozioni ignorate o addirittura in errori, non sempre voluti ma anche in buona fede, che possono offendere  la morale altrui o addirittura essere travisati con il significato contrario a quello che si voleva comunicare.

I social network hanno poi amplificato questo comportamento perché ognuno di noi si espone in prima persona a raccontarsi, dare opinioni, postare, condividere e prendersi uno spazio "a casa di altri". Ma quanti di noi si sono chiesti come comportarsi e se esiste un'etica di comportamento. Lo sapevate che esiste la parola netiquette, è un termine che unisce il vocabolo inglese network (rete) e quello francese étiquette (buona educazione), ovvero un galateo di internet che sancisce delle regole, un po' come quando da bambini i nostri genitori ci insegnano a vivere nella società.

La nostra attività online come portale web ci porta spesso a partecipare a corsi per migliorarsi e conoscere al meglio il nostro ambiente di lavoro, per l'appunto internet, spesso ci troviamo anche a confronto con avvocati specializzati e specialisti del WEB, quindi apprendiamo nozioni che ci fanno capire come il comportamento in rete, che ha una sua disciplina ben precisa, a volte, per buona fede, come detto sopra, rischia comportamenti  erronei che possono portare nei casi più gravi anche a sanzioni e denunce.

Se foste in piazza...

In molte situazioni mi sono accorta che ci sono persone, che per il solo fatto che si trovano dietro allo schermo di un computer, si sentono la facoltà di esagerare o dire quello che pensano senza filtri, non riflettendo che anche la rete e i social sono una grande piazza, dove l'educazione vale tanto quanto la realtà “non virtuale”. 
A volte basta poco per non esagerare, io ho questo trucchetto, quando debbo scrivere, postare, condividere soprattutto sui social network mi chiedo: "se io fossi nella piazza della cittadina dove vivo, lo farei?". Vi verrà da sorridere, ma il giochetto spesso funziona. 

Qualche esempio?

  • Proprietà altrui/tutto non è di tutti: usare le foto e testi altrui è come usare la bicicletta altrui “tanto era lì” - meglio chiederla in prestito e se lo si fa si ringrazia (citandolo), quindi prima di fare i copia/incolla è meglio chiedere autorizzazione e se si fanno è meglio riconoscerne la fonte
  • Urlare in piazza: lo sapevate che l'uso delle parole scritte tutte in maiuscolo secondo la netiquette è come urlare in faccia alle persone? È considerato maleducato scrivere post tutti in maiuscolo, è come se voi entraste in una piazza ed iniziaste a parlare urlando!
  • Parlare male di altri: si chiama diffamazione, non si fa di solito in piazza parlando a tutti, mal che vada in confidenza, quindi attenzione ad usare i gruppi per diffamare, si può essere denunciati e querelati. Non ci credete? Leggete QUI - A noi di Vacanzelandia è successo che abbiamo rilevato che un amministratore di un gruppo cercava di metterci in cattiva luce, abbiamo preferito bannarlo, evitando la denuncia... ma attenzione che "il querelante diffamato potrà ottenere il risarcimento dei danni economici e morali sofferti a seguito della diffamazione, costituendosi parte civile nel procedimento penale in questione."
  • Salutare le persone: se in piazza incontri qualcuno che ti augura il buongiorno, la buona sera, gli auguri di compleanno, ricambia il saluto e/o ringrazia; anche soltanto con un cenno (like), è buona educazione rispondere sempre ai post sui social network e alle e-mail che ci vengono inviate in cui ci sia una richiesta
  • Chi racconta fandonie: come nella realtà anche in rete chi scrive cose false o notizie che tentano soltanto a generare click, spesso sono bufale o fake news, prima o poi vengono abbandonate ed ignorate, come nella vita chi racconta "panzanate" è destinato ad essere allontanato... o no?!?!
  • Foto seminude o che potrebbero imbarazzare altri utenti: in piazza non ci si va in mutande, vero?!?! Quindi ognuno di noi tragga le proprie conclusioni...
  • Tagging selvaggio: sui social network ci sono persone che postano e taggano altri senza autorizzazione, giusto per far numero... è come in piazza coinvolgere persone in iniziative a cui non è stata chiesta l'adesione o non si è direttamente coinvolti... quindi sempre meglio chiedere prima di taggare altri!

L'elenco è lungo e disparato per la netiquette, quindi se volete documentarvi sull'argomento ci sono siti che forniscono elenchi del galateo in rete.

Concludo questo mio post ribadendovi che internet è come la piazza del paese e quindi valgono le buone regole della vita reale, quindi in rete comportatevi da buoni cittadini, state utilizzando altri strumenti ma le persone sono sempre persone e la BUONA EDUCAZIONE VA SEMPRE DI MODA (citazione del mio papà)!

Lascia qui sotto il tuo commento

Letto 553 volte Ultima modifica il Sabato, 08 Luglio 2017 13:33
Marzia

Descrizione autore Marzia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Benvenuto nel nostro BLOG!

logo caricatura vacanzelandia 02

Ci teniamo a darvi il BENVENUTO SUL NOSTRO BLOG! 

Era in progetto da tempo di poter avere un salotto (idealmente una dinette o veranda virtuale ), un punto d'incontro dove trovarsi, farvi conoscere chi siamo, come lavoriamo, come viviamo nella vita privata.  LEGGI TUTTO

Marzia Mazzoni

marzia orvieto 100

Viaggiatrice nel DNA, camperista, travel blogger, mamma e moglie, adoro fotografare e la buona cucina. WEB dipendente!

Leggi ora i miei articoli

Lorenzo Gnaccarini

lorenzo s

Nato in tenda, cresciuto con la caravan e maturato con il camper. Campeggiatore e camperista, travel blogger, padre e marito, sono curioso, tecnico, sempre connesso.

Leggi ora i miei articoli

Rimani in contatto con noi

newsletter blog

Visita il nostro portale