Mercoledì, 09 Novembre 2016 13:31

Elezioni USA: vincitori e vinti, my point of view!

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Una lista semi-seria dei vincitori e vinti di queste ELEZIONI USA 2016, naturalmente è il mio point of view! 

Leggendo il titolo vi sembrerà strano che io voglia analizzare le elezioni americane con vincitori e vinti, chi mi conosce sa che difficilmente parlo di politica. Occupandomi di comunicazione ormai da qualche anno e di social network, sarà una deformazione professionale o perché sono una persona curiosa, ma mi ritrovo a seguire questi eventi dal punto di vista dell'importanza e dell'impatto mediatico, cosa che ormai la nostra realtà quotidianità ne è pregna.

Le elezioni americane hanno il loro fascino, credo che tutti noi le seguiamo con curiosità, non soltanto perché gli Stati Uniti sono grandi e potenti, ma perché attorno a queste campagne si crea un folclore mediatico che è difficile restarne indifferenti. Anni fa attraverso la televisione e la radio, ora attraverso internet e i social network, sta di fatto che le seguiamo con un coinvolgimento da sentirci liberi di esprimere assensi o dissensi, apprezzamenti o meno, cosa che non succede quasi mai con altre elezioni anche della stessa importanza. Ripeto e ribadisco, la comunicazione che ci gira attorno ha il suo peso.

The winner is...

sbarackObama cristina 400s

Secondo me il vincitore assoluto di queste elezioni americane è colui o colei che ha inventato l'hashtag #SbarackObama, riferito allo sbaraccamento (sgombro) del presidente uscente, sapendo al meglio coniugare il suo nome e aggiungendo una semplice s davanti ha creato un vero e proprio Trend Topic, oggi mercoledì 9 novembre al primo posto tra quelli di Twitter.

topyota sbarack 400s

Al secondo posto, metterei la casa automobilistica che ha saputo sfruttare l'onda dell'hashtag di cui sopra creando una campagna promozionale ad hoc con messaggi rivolti all'ex-presidente Barack Obama ad utilizzare il mezzo pubblicizzato per seguire le proprie passioni e i propri sport ora che è "time to SbarackObama". Fantastico!

twitter

 

Le constatazioni che farò saranno soprattutto riferendomi al social network Twitter, in quanto gli americani lo utilizzano molto di più di noi italiani. 
Un voto positivo a TRUMP che il suo profilo twitter ha 13,7 milioni di followers e al suo attivo 34.000 tweet (su Facebook 13.139.288 followers), contro i numeri nettamente inferiori in tutto di HILLARY CLINTON con 10,6 milioni di followers e 9817 tweet (su Facebook 12.392 followers).  

Qualcuno dichiara che il  33% dei commenti di TRUMP a suo favore erano inviati da robot, comunque sia questi commenti l’hanno aiutato a convincere la gente a votare per lui. Il messaggio è chiaro che bisogna convincere anche chi non legge i giornali e non guarda i dibattiti perché ogni voto vale come gli altri e con questa campagna ha raggiunto con una certa capillarità il popolo americano.

Sicuramente il nuovo MANTRA della comunicazione "il contesto è Re" ben si sposa in questa campagna, si è saputo raggiungere i contesti giusti con i contenuti giusti.

Se andiamo indietro di 4 anni, BARACK OBAMA vinse il secondo mandato alla Casa Bianca grazie alla sua social media strategy, per la prima volta si notò che era stato in grado di promuovere se stesso tramite le piattaforme sociali.  TRUMP, avrà comunicato bene o male, ha comunque avuto più seguaci e ha comunicato molto di più!

 

pollice giu

Pollice in giù per gli exit pool che avevano dato vincitrice Hillary Clinton e ancora una volta si sono dimostrati, come in altre proiezioni passate, un mezzo poco efficace per dare risultati in anticipo misurabili e concreti, probabilmente le persone intervistate esprimono il loro parere in maniera poco sincera, ma ai fatti concreti creano false aspettative.

Altro punto negativo verso Donald Trump che il giorno primo delle lezioni erano stati bloccati gli accessi all'account di twitter dai suoi manager della comunicazione, perché temevano che potesse scrivere delle cavolate sul social network. 

 

Alla fine di tutto, chi ha vinto le ELEZIONI USA? Secondo me la campagna politica e chi comunica di più e NON la politica stessa!

 

Lascia qui sotto il tuo commento

Letto 1231 volte Ultima modifica il Lunedì, 28 Novembre 2016 15:38
Marzia

Descrizione autore Marzia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Benvenuto nel nostro BLOG!

logo caricatura vacanzelandia 02

Ci teniamo a darvi il BENVENUTO SUL NOSTRO BLOG! 

Era in progetto da tempo di poter avere un salotto (idealmente una dinette o veranda virtuale ), un punto d'incontro dove trovarsi, farvi conoscere chi siamo, come lavoriamo, come viviamo nella vita privata.  LEGGI TUTTO

Marzia Mazzoni

marzia orvieto 100

Viaggiatrice nel DNA, camperista, travel blogger, mamma e moglie, adoro fotografare e la buona cucina. WEB dipendente!

Leggi ora i miei articoli

Lorenzo Gnaccarini

lorenzo s

Nato in tenda, cresciuto con la caravan e maturato con il camper. Campeggiatore e camperista, travel blogger, padre e marito, sono curioso, tecnico, sempre connesso.

Leggi ora i miei articoli

Rimani in contatto con noi

newsletter blog

Visita il nostro portale

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta