Marzia

Marzia

Descrizione autore Marzia

Lunedì, 29 Agosto 2016 08:59

A 42 anni una scelta che mi cambiò la vita

Ecco come cambiò la mia vita a 42 anni

Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle.

(Denis Waitley)

  

 

Oggi vi voglio raccontare la storia di come diventai travel blogger e la mia vita cambiò radicalmente sia a livello lavorativo che a livello famigliare. Una scelta decisiva per poter “rinascere”.

Il primo amore non si scorda mai!

 

Dal 2002, ad un anno dalla nascita di nostro figlio Filippo, erano cambiate tante cose, ero rientrata al lavoro dopo la maternità e diventando madre, per una lavoratrice dipendente non è cosa da poco, soprattutto agli occhi dei superiori che spesso ti trattano di serie “B” (o anche C, D, ecc.). In contrapposizione a questo disagio lavorativo, proprio nello stesso anno, qualcosa era cambiato nella vita privata, qualcosa di più emozionante: il nostro modo di viaggiare, il tutto grazie all'acquisto del nostro camper e vi assicuro fu AMORE A PRIMA VISTA! Da quel momento, la mia passione per i viaggi, già nel mio DNA fin da bambina, si trasformò cambiando modalità, infatti prima per le vacanze si utilizzano i B&B, i bungalow, le case in affitto, ora il camper era il protagonista di tutta la nostra quotidianità, ne parlavamo anche quando non lo usavamo! Da lì iniziò il periodo di scrittura e mappatura di tutti i nostri itinerari, mi piaceva conservarli, rileggerli e custodirli come un vero e proprio patrimonio.

 

Pronti, partenza ….VIA! LA SVOLTA

 

Nel 2008, avvenne la svolta. All'epoca lavoravo da oltre 15 anni presso un'azienda metalmeccanica multinazionale, mi occupavo di import dall'India e Paesi dell'Est, ormai al lavoro da tempo non trovavo più né stimoli e soprattutto i continui conflitti con i superiori mi avevano talmente logorato, che vivevo le mie giornate con l'incubo di dover trascorrere le mie ore presso quell'azienda. Ero morta dentro e lavoravo senza passione e soprattutto senza credere a ciò che facevo. L'unica soddisfazione in quel periodo era la mia famiglia e il camper che mi permetteva di “fuggire” almeno nei week-end dagli stress della settimana.

 

Era da tempo che Lorenzo ed io maturavamo l'idea di poter far qualcosa di nostro, di condividere la nostra passione per i viaggi e renderla fruibile a chi cercava informazioni, io pubblicando i diari di viaggio e le ricette in camper e Lorenzo i suoi lavoretti fai date di miglioria, manutenzione e riparazione sul camper. E quando si lavora come dipendenti chi ha il tempo di farlo!?!?!?

Parlando con un'amica, titolare di un'azienda commerciale, mi spronò a pensarci seriamente come attività lavorativa, perché il futuro sarebbe stato, soprattutto nel settore turistico, dei siti/blog di informazione vissute in prima persona e soprattutto dove i travel blogger condividono la propria esperienza e ci “mettono la faccia” nel dare consigli ed opinioni su itinerari, servizi, prodotti ecc. E secondo noi nel settore del turismo all'aria aperta mancava proprio un sito di informazione che avesse queste caratteristiche.

 

Avevo preso contatti nel periodo precedente sulle formalità di come aprire la partita IVA, inquadramenti vari e burocrazie necessarie, ma il momento che decisi che da lì in poi la mia vita sarebbe cambiata fu al rientro da un'uscita camper, lo ricordo bene, era l'ottobre del 2008, eravamo stati a Soave alla 1° Festa Nazionale del Pleinair Bandiere Arancioni.  Non so che cosa mi scattò in testa quella sera, ma una cosa era chiara: VOLEVO CAMBIARE VITA!

Il giorno dopo presentai la lettera di dimissioni e il 31 dicembre 2008 terminai il mio lavoro da dipendente, capivo che la strada da percorrere era tutta in salita, ma era il momento di “rimettersi in gioco” e cambiare vita!

Fino a quel momento non avevo mai avuto il coraggio di farlo, la paura di non farcela e di non esserne all'altezza prendeva il sopravvento sullo slancio di cambiare.

 

Iniziò il periodo di riorganizzare la mia giornata e il mio nuovo lavoro, ma questa è un'altra storia....

Ecco come cambiò la mia vita a 42 anni

Venerdì, 19 Agosto 2016 13:37

Chi sono? Eccomi QUI raccontata!

Chi sono? Eccomi QUI raccontata!

 

3 cose di me: iperattiva, solare, perfezionista

Dicono di me: che il mio sorriso è il mio biglietto da visita

Il mio motto: "una vita sola non mi basta per scoprire tutto ciò che vorrei fare".

Ringrazio mio padre e Lucia, la mia maestra, che mi hanno dato l'opportunità di far emergere la mia voglia di viaggiare già scritta nel mio DNA.

Adoro viaggiare, scrivere e raccontare, cucinare e pasticciare in cucina, fotografare e tutte queste passioni le ho unite per trasformarle in un lavoro che amo e porto avanti con caparbietà e grande slancio.

Raccontarsi e parlare di sé non è facile, si rischia di essere troppo superficiali o troppo dettagliati e prolissi, ci provo e vediamo che cosa riesco a trasmettervi di me.

Sono nata nel cuore dell'Emilia a CENTO (conosciuta da molti per il famoso Carnevale e da pochi per la città natale del famoso pittore, il Guercino), in estate (la mia stagione preferita) nel 1966, segno zodiacale Vergine ascendente Leone, dal primo spicca la mia maniacale precisione e del secondo l'ambizione e la vitalità.

Mio padre e la mia maestra

Credo che la mia voglia di viaggiare e scoprire il mondo fosse già scritta nel mio patrimonio genetico, ma mio padre e la mia maestra mi hanno stimolato a capire questo.
Mio papà era un operaio trasfertista, lavorava in giro per l'Italia, non visitava nulla, costruiva e sgobbava, ma a me affascinava questo suo lavoro che ogni giorno aveva uno scenario diverso, il lavorare in posti sempre diversi.
Uno dei tanti ricordi della mia maestra elementare, che conservo come l'inizio di una scoperta meravigliosa, era il mio quadernone di geografia che ci faceva costruire giorno dopo giorno, regione dopo regione con cenni ed approfondimenti; noi lo dovevamo completare con immagini di luoghi, prodotti tipici e monumenti. Mi innamorai di tanti luoghi, a me sconosciuti, uno catturò il mio fascino di bambina e promisi a me stessa che lo avrei visitato. Era il Tempio della Concordia di Agrigento, lo visitai in occasione del nostro viaggio di nozze in Sicilia e ricordo che mi commossi nel vedere un sogno finalmente realizzato.

 

Studio, viaggio e lavoro, ma...

Come indirizzo per le scuole superiori scelsi quello commerciale-linguistico, volevo diventare hostess per lavorare e vedere il mondo. Quando mi diplomai nel 1985 scoprii che per accedere a tale impiego bisognava avere una statura non inferiore ad una certa altezza, non portare occhiali e saper nuotare....io non rispondevo in nulla a questi requisiti. Rimasi un po' delusa ma capii che per viaggiare e conoscere il mondo c'erano tanti altri modi e non solo quello di diventare hostess.

Da grande vorrei viaggiare!

marzia parigi definitiva

Iniziai a viaggiare dopo aver ottenuto il diploma, da sola, con gli amici, con il mio primo fidanzato, in treno, auto, aereo, viaggi itineranti e non, dormendo nei B&B presso famiglie.... Ogni volta un crescendo di emozioni e scoperte che appagavano la mia smania di conoscerescoprire e vedere (qualcosa di più approfondito l'ho scritto QUI).

Lorenzo & io

dio li fa poi li accoppia

Un uomo non è sempre e soltanto un compagno di vita, può diventare anche colui con cui condividere passioni, sogni e desideri, racconto di noi nell'articolo “Dio li fa poi li accoppia”.
Tanti progetti insieme, dalla nascita di Filippo nel 2001, poi con l'acquisto del camper nel 2002 “ecco come siamo diventati camperisti” e da lì è veramente iniziata la nostra nuova era famigliare.

Cambio vita a 42 anni

new life 1

Nella mia vita dopo la nascita di Filippo c'erano cose che andavano ed altre meno, così decisi come donna matura di 42 anni di dare una svolta e cambiare. Decisi veramente di cambiare radicalmente la mia vita, l'ho raccontato QUI. E da lì in avanti ci furono tante evoluzioni dal travel blog Vacanze Pleinair, che spiego in questo articolo QUI e poi con la successiva svolta di Lorenzo che sarebbe diventato partner anche del mio lavoro, da un sogno, un'idea e un progetto nacque Vacanzelandia, che abbiamo raccontato in questa storia (clicca QUI).

 

Presente e futuro

passione credo volonta

 

Lorenzo ed io siamo entrambi testardi, ma soprattutto crediamo a quello che facciamo, siamo animati da “Passione, credo e volontà, il nostro motto che ci permette di combattere ed accettare ogni sfida.

Continuiamo giorno dopo giorno a credere in ciò che abbiamo creato, sentiamo il progetto di Vacanzelandia un po' come ad un figlio nostro (e speriamo che Filippo non ce ne voglia per questo confronto!!), frequentiamo corsi, workshop, seminari per crescere e migliorarci.
Grazie a questi mi sono specializzata come social media specialist per poter meglio gestire l'attività di Vacanzelandia e stare più vicina e al meglio con le persone.

E il viaggio della vita continua.....

Benvenuto nel nostro BLOG!

logo caricatura vacanzelandia 02

Ci teniamo a darvi il BENVENUTO SUL NOSTRO BLOG! 

Era in progetto da tempo di poter avere un salotto (idealmente una dinette o veranda virtuale ), un punto d'incontro dove trovarsi, farvi conoscere chi siamo, come lavoriamo, come viviamo nella vita privata.  LEGGI TUTTO

Marzia Mazzoni

marzia orvieto 100

Viaggiatrice nel DNA, camperista, travel blogger, mamma e moglie, adoro fotografare e la buona cucina. WEB dipendente!

Leggi ora i miei articoli

Lorenzo Gnaccarini

lorenzo s

Nato in tenda, cresciuto con la caravan e maturato con il camper. Campeggiatore e camperista, travel blogger, padre e marito, sono curioso, tecnico, sempre connesso.

Leggi ora i miei articoli

Rimani in contatto con noi

newsletter blog

Visita il nostro portale

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta